Informazioni e prenotazioni

Guide Turistiche Urbino e Gradara

cell 333.38.86.193

info@guideturisticheurbino.it

Stagioni Liriche nelle Marche - 2017/2018

Le Marche vantano musicisti che hanno reso famose la musica e la lirica italiana nel mondo, come Gioachino Rossini, Giovan Battista Pergolesi, Gaspare Spontini. Questa importante tradizione lirica viene ogni anno celebrata nei più bei teatri delle regione grazie alle stagioni liriche e ai festival, a cui partecipano cantanti e musicisti di fama nazionale ed internazionale. 

Fino al 17 settembre 2017,  l'appuntamento è con il  Festival Pergolesi Spontini di Jesi che quest'anno ha come tema "Falso d'autore".

Al Festival, seguiranno la Stagione Lirica e di Tradizione del Teatro G.B. Pergolesi Spontini di Jesi  e la Stagione Lirica del Teatro delle Muse di Ancona (entrambe unite nel progetto "Ancona Jesi Opera", 22 settembre 2017 - 25 febbraio 2018) che presenteranno un viaggio attraverso la città di Siviglia, scenario esotico non solo per "Carmen" e "Barbiere di Siviglia", ma per le "Nozze di Figaro", "Fidelio", "Favorita" solo per citare le più celebri!

Molto apprezzate anche le Stagioni  Liriche delle città di Fano, Fermo ed Ascoli Piceno (in via di definizione).

Durante il periodo estivo, ritorneranno come ogni anno i prestigiosi Festival della Lirica di Macerata e Pesaro che attraggono appassionati melomani da tutto il mondo: Il Macerata Opera Festival  (20 luglio - 12 agosto 2018), che ha come scenario lo splendido Sferisterio, e il Rossini Opera Festival,(11-23 agosto 2018) dedicato al genio musicale di Giaochino Rossini.

Il Macerata Opera Festival quest'anno ha come tema "La mia droga si chiama opera" e porta in scena il “Don Giovanni” di Mozart, “L’elisir d’amore” di Donizetti e “La traviata” di Verdi, mentre il Rossini Opera Festival presenta un terzetto di nuove produzioni: “Ricciardo e Zoraide”,  “Adina” e  “Il barbiere di Siviglia”.

 

Eventi Correlati

GIOACCHINO ROSSINI 1868-2018

Il 2018 sarà il 150esimo anno dalla morte del compositore Gioacchino Rossini, nato e vissuto a Pesaro e che proprio a Pesaro ha lasciato la sua eredità.

 

1868-2018: è questo il periodo di riferimento che ha segnato l’inizio dell’idea per una serie di iniziative e manifestazioni che ha trovato la sua conferma e legittimazione anche in un decreto legislativo, voluto da Camilla Fabbri, Luca Ceriscioli (presidente della Regione Marche), Matteo Ricci (Sindaco di Pesaro), Monica Maggioni (presidente Rai) e approvato anche da Giorgio Napolitano, Presidente emerito della Repubblica.
Il risultato di questa disposizione sarà quella di promuovere a Pesaro per oltre due anni una serie di eventi legati a Rossini durante tutto l’anno, arricchendo il numero di iniziative “rossiniane” che da tantissimi anni ha un grande successo in Italia e all’estero, soprattutto con l’evento più conosciuto di tutto, il Rossini Opera Festival (festival di musica lirica con opere rossiniane).

 

Le iniziative pensate dal Comune di Pesaro non si fermano soltanto alla nostra città ma potranno coinvolgere anche le altre “città rossiniane”, da Venezia a Firenze, da Bologna a Napoli arrivando fino a Vienna e Parigi dove Rossini espresse le sue qualità musicali. Lo stesso Giorgio Napolitano ha affermato “Rossini non appartiene solo al nostro Paese e quanto già lo si conosce sta a dimostrare quanto è importante farlo conoscere ancora meglio, e questi anniversari sono una grande occasione.